Le indicazioni cliniche - Stefano di Girolamo

Search
Vai ai contenuti

Menu principale:

NASO,ORECCHIO...

TONSILLE | ADENOIDI
___________________________________________________________________________________

Le indicazioni cliniche correnti per la tonsillectomia sono:

Tonsillite ricorrente nonostante terapia medica (per ricorrente si intende almeno 3-5 episodi all'anno di tonsillite negli ultimi 2-3 anni);
Ipertrofia che causa malocclusione dentale o disturbi della crescita oro facciale (ovalizzazione del palato, deviazione del setto nasale), disturbi del linguaggio;
Ipertrofia che causa ostruzione respiratoria, difficoltà di alimentazione, disturbi del sonno;
Ascesso peritonsillare ripetuto;
Tonsillite cronica causata da Streptococco beta emolitico di gruppo A resistente a terapia. Questo germe può essere responsabile della malattia reumatica con possibili danni a carico del Cuore,dei Reni, e delle Articolazioni; può inoltre essere alla base delle più svariate patologie, come le Uveiti o la Psoriasi. Se il germe non può essere bonificato con terapia medica è opportuno ricorrere all'intervento;
Ipertrofia unilaterale sospetta di neoplasia;



La tonsillectomia, con o senza adenoidectomia, sia nei bambini che negli adulti, si effettua generalmente in regime di one-day surgery (una notte di ricovero).

Come togliere tonsille e adenoidi
Nella fase preoperatoria non è richiesta l'esecuzione di esami radiologici o di laboratorio, tranne il dosaggio dell'emoglobina e gli indici di coagulazione in casi selezionati.
E' sempre consigliabile l'asportazione bilaterale e completa di tonsille.
Sono disponibili varie tecniche chirurgiche (dissezione tradizionale, elettrochirurgia, radiofrequenza, laser) nessuna delle quali si è finora dimostrata superiore alle altre.
Per entrambi gli interventi è consigliata, sia nei bambini sia negli adulti, l'anestesia generale inalatoria associata alla somministrazione endovenosa di farmaci oppioidi che prevengono l'agitazione al risveglio.

Indicazioni per i pazienti  che hanno appena effettuato l’intervento:
1) Trattenersi in casa (a riposo) per 5 giorni.
2) Evitare ogni tipo di sforzo fisico fino al controllo
3) Non esporsi al sole a al caldo fino al controllo
4) Evitare bagni caldi, docce caldi e l’uso dell’asciugacapelli fino al controllo.
5) Sciacquare la bocca 4- volte al giorno

I SEGUENTI SINTOMI SONO NORMALI NEL PAZIENTE OPERATO

• Mal di gola per alcuni giorni (5 giorni), a volte più intenso da un lato
• Dolore all’orecchio specie nella deglutizione.
• Può presentare temperatura (sino a 38- per 3 giorni;
(in tal caso è consigliabile chiamare il medico curante per escludere eventuali altre
cause della febbre).
• Ha l’alito cattivo per la presenza di fibrina in gola (la patina biancastra che
ricopre la ferita).
La comparsa di macchie di sangue fresco nella saliva è normale nel 1° giorno e
verso il 7°-°.

Se il fenomeno persiste e diventa abbondante occorre contattare immediatamente il Reparto o il Pronto Soccorso del più vicino Ospedale

ALIMENTAZIONE

EVITARE LE BEVANDE GASSATE, LA FRUTTA ED I SUCCHI DI FRUTTA!!

1° giorno: dieta liquida  o the freddi  
2° giorno: minestrine  o creme  di patate;
3°° giorno: biscotti sbriciolati nel latte  tiepide di pastine, semolino  di carne
6°° giorno: pasta ben cotta, carne di pollo o di manzo tritata.
Nei primi giorni non forzare assolutamente l’alimentazione.

 
Torna ai contenuti | Torna al menu