Rinoplastica - Stefano di Girolamo

Search
Vai ai contenuti

Menu principale:

RINOPLASTICA
_________________________________________________________

La rinoplastica propriamente detta è una procedura di chirurgia estetica volta a modificare forma e dimensione delle diverse porzioni esterne del naso, attraverso il rimodellamento della cute e delle strutture osteo-cartilaginee sottostanti. Può essere associato o meno ad un intervento funzionale sul setto nasale o sui turbinati al fine di ripristinare la normale funzione respiratoria.
Il risultato finale di qualsiasi tecnica correttiva sul naso è legato sia alle peculiarità anatomiche del singolo paziente, sia all'abilità ed all'esperienza dell'operatore. E' di fondamentale importanza saper bilanciare il desiderio espresso dal paziente sul risultato finale con quello che è realisticamente possibile ottenere in base alle condizioni anatomiche , sempre diverse da persona a persona.  La correzione delle deformità rinosettali, richiede una accurata pianificazione pre-operatoria che si basa sul succedersi di alcuni step fondamentali ( valutazione estetica morfometrica, analisi facciale,analisi funzionale,documentazione fotografica, analisi fisica ecc...)

La rinoplastica è definita “primaria” se l’intervento è realizzato sulla piramide nasale su cui non si è ancora intervenuti chirurgicamente, oppure “secondaria” se  l’intervento viene realizzato in un secondo momento, dopo una precedente operazione, per correggere inestetismi o difetti ancora presenti. L’obiettivo di quest’ultima è soprattutto quello di ripristinare una forma naturale della piramide nasale.
L'intervento viene svolto in genere in anestesia generale, e prevede una degenza che a seconda dei casi varia da poche ore ad una giornata.

E ' importante sapere che la quantità di tempo necessaria per il recupero, cioè per il ritorno alla "normalità” varia notevolmente da soggetto a soggetto.
Per un paio di giorni dopo l'intervento è consigliabile limitare le attività e coricarsi con la testa sollevata. Questo contribuirà a ridurre il gonfiore e a diminuire il rischio ( raro ) di sanguinamento.
In generale bisogna tenere conto che sarà normale la comparsa di lividi intorno agli occhi e sulle guance e che possono  persistere per alcuni giorni.  Il gonfiore può durare per diverse settimane.


 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu